ARTISTS INDEX

Giulia Parlato

Gap, giclée print, 100×80 cm Edition of 8
Evidence n.5 (The Zig Zag lllusion), giclée print, 100×80 cm Edition of 8
The Storyteller, giclée print, 100×80 cm Edition of 8
Seizure, giclée print, 100×80 cm Edition of 8

Giulia Parlato (1993) è un’artista con base a Londra.  Il suo lavoro analizza l’uso storico delle immagini come documento di verità, in particolare nei suoi usi scientifici e forensi, e sfida questo linguaggio, creando un nuovo spazio in cui si svolge una messa in scena. Lo stato malinconico e frustrante causato dall’impossibilità umana di comprendere il passato costituisce il fondamento del suo lavoro, attraverso il quale approfondisce storie, miti e patrimonio culturale, usando fotografia e video. Il lavoro di Giulia è stato esposto a livello nazionale e internazionale in mostre collettive e personali tra cui Triennale (Milano, 2023), Photo London (2022), Villa Bardini (Firenze, 2022), Fotografia Europea (Reggio Emilia, 2022), Mucho Mas (Torino, 2022), Unseen Photo Fair (Amsterdam, 2021) e Gare Du Nord per Paris Photo (Parigi 2019). Ha ricevuto il Premio Luigi Ghirri (2022), il BJP International Photography Award Second Place (2020), l’Innovate Grant (2020), il Camera Work Award (2020) e il Carte Blanche Éstudiants Award (2019). Nel 2021 il suo lavoro è stato selezionato da CAMERA per il programma europeo Futures Photography. I suoi lavori sono conservati in collezioni pubbliche e private. Giulia è anche una high end retoucher.